Monteveglio goes to Pebble Beach

Il Pebble Beach Golf Course è un mito. La fortuna di vederlo, e fare anche due colpi (sul campo a 9 buche, non avevo prenotato con sei mesi d’anticipo né potevo permettermi di giocare nel campo principale), l’ho avuta nel mio recente viaggio in California. Bastano le immagini, e la soddisfazione di aver portato la polo del mio circolo tra buche leggendarie.

Willett vince il Masters

È l’inglese Danny Willett il vincitore del Masters 2016, primo europeo a trionfare dopo il successo di Olazabal nel 1999. Willett si impone con -5 sfruttando l’incredibile crollo del campione in carica Jordan Spieth (bogey alla 10, bogey alla 11, pazzesco quadruplo bogey alla 12) che stava dominando anche il round domenicale. Nei primi tre anche un altro inglese, il veterano Lee Westwood. Proprio Spieth ha così dovuto vestire Willett con la giacca verde riservata al vincitore di Augusta.

Millanta buche in uno al Masters

Va bene che il Par 3 contest all’Augusta Masters l’hanno ideato per dare spettacolo, ma così si esagera. Alle undici della sera italiane erano già nove le buche in uno, compresi un back to back di hole in one da due giocatori di fila – Justin Thomas e Rickie Fowler – e un ace di Gary Player, 80 anni e non sentirli. A un certo punto hanno fatto tirare un caddie e la sua palla s’è fermata a due centimetri dalla buca in uno. Se si comincia così al mercoledì, auguri…